Marcia delle Colline Brianzole

17 marzo 2013 a 22:04
17.03.2013
Marcia delle Colline Brianzole – Cortenuova di Monticello Brianza (LC)
Brrrrrrrrr, ma che freddo fa?
Siamo sicuri che oggi è il 17 Marzo? mi sembra più un clima natalizio, possibile che fra due settimane è Pasqua?
Appuntamento,questa volta prestissimo, dobbiamo andare un pò lontano.
Ci ritroviamo in sede alle 6:15 io, Antonio, Giorgio, Maria Laura e Davide, Daniele ci aspetta a metà strada.
Arriviamo e troviamo ad attenderci Mariuccia con Luigi e Fiona con Giovanni, manca Gianni, ma a quanto ho capito lui decide se venire o meno in base alle previsioni del sabato sera.
Anche Diego sempre puntuale ancora non arriva.
Ci cambiamo, qualcuno prende il caffè, Maria Laura, Mariuccia e Davide partono subito, mentre noi decidiamo di aspettare Diego e consigliamo a Giovanni e Fiona di andare anche loro.
Ma la foto?
Nel trambusto ce ne siamo scordati, rimedieremo comunque alla fine.
Diego dove sei?
Proviamo a chiamarlo, ma il telefono è spento, decidiamo di andare, ma siccome è successo molte volte che è lui ad aspettare noi riproviamo a chiamarlo , ma invano, quindi a malincuore decidiamo di andare.
La neve ci accompagna per tutto il tempo, c’è uno spettacolo veramente stupendo, i prati e gli alberi innevati la fanno da cornice.
La corsa è molto impegnativa con saliscendi anche faticosi, ma siamo tutti intenzionati a fare il lungo, è tutto molto bello per rinunciare.
I nostri pensieri, però, vanno a Roma, perché ci sono tre nostre tartarughe: Andrea, Laura e Alessandra che oggi sono impegnati con la maratona.
Andrea è un veterano, Alessandra è alla sua seconda maratona, ma Laura è alla sua prima avventura e visto tutto l’impegno e la costanza che hanno messo nell’allenamento facciamo il tifo per tutti loro.
All’arrivo, dopo una bella doccia calda, ci fermiamo per una birra e decidiamo di fare la famosa foto di gruppo.
Mi sorge una domanda “Ma Diego?”
Lo chiamo e finalmente  risponde e mi dice che stamattina era molto stanco e ha preferito rimanere a casa, un po’ di riposo ogni tanto ci vuole.
Sperando che la primavera arrivi presto aspetto tutti alla prossima tapasciata.
Ciao ciao
Antonietta