100 Km del Passatore

25 maggio 2014 a 18:44
https://sites.google.com/a/tartarughedellakirghisia.it/www/vita-sportiva/100km-del-passatore-2014/laura.jpg
24-25.05.2014
100km del Passatore –  Firenze (FI)

100 100 100!

(incitato come il programma della Zanicchi “Ok il prezzo è giusto”)

E’ inevitabile perdersi via durante le ore di lavoro… la mente vola da tutt’altra parte… poi il trillo del telefono ti riporta alla realtà…

Immediatamente DEVO ringraziare tutti voi…

GRAZIE a Lucio che mi ha dato la colpa per questa avventura.
GRAZIE ad Antonio che si è fatto battere.
GRAZIE ad Andrea x la preparazione.
GRAZIE a Vito x aver sempre la battuta pronta.

E ancora…

GRAZIE ad Antonietta,Diego e Nella per la bella sorpresa alla partenza (BALORDI!!!).

GRAZIE a Guido che ha sempre un piano B e si è fatto trovare li.
GRAZIE allo Sherpa e a Sonia per la bella sorpresa ad un tratto del percorso (MITICI!!!).
GRAZIE a Fabio,Mattia, Jessica e Alessio per la bella sorpresa serale alla Colla (PAZZI!!!).

GRAZIE a tutti quelli a casa .

GRAZIE all’Imodium!!!

Ammettiamolo gente, mi sono divertita un sacco!

Correre con il naso all’insù per vedere il cielo stellato!
Essere etichettata la “ragazza con le treccine”.
Scagazzare (scusate la parola,ma è stata la realtà dei fatti) qua e la in “scioltezza”.
Sentirsi bene e sorridere km dopo km.
Fermarsi e sgranocchiare piadine.
Rassenerare tutti che stavo bene e che, se il problema intestinale avrebbe continuato a farmi compagnia, non mi sarei comunque arresa.
Prevedere il prossimo dolore alla gamba dx (mai arrivato).
Stupirsi del dolore alla gamba sx (inaspettato e trascinato dal km 80 circa).
Camminare x riprendermi e parlare da sola.
Sentirsi bene al km 50 e congratularmi con me stessa del traguardo raggiunto.
Saltare all’arrivo.
Essere stanca e soddisfatta.
Finire in infermeria per un po’ di pressione bassa…roba da niente.
Ricevere una puntura rigenerante x la caviglia e sinceramente anche per tutto il corpo!!!
Stampellarsi per fare scena x una caviglia un po’ gonfia.

Tornare a casa dormire un paio d’ore e via aperitivo con gli amici.

Questo è stato il mio Passatore.

Laura
Tags: