Camminata Veduggiese

28 luglio 2013 a 8:45
28.07.2013
Camminata Veduggiese – Veduggio (MB)

Oggi l’appuntamento è presto… molto presto, 6.45 in sede, la nostra destinazione richiede un’oretta buona, di macchina… quando suona la sveglia penso all’amicoPapini, che ogni volta si lagna delle levatacce, guardo Roberto che non si è nemmeno accorto del suono della sveglia, non sarà dei nostri, lavora… faccio piano piano ed esco dalla stanza per disturbarlo, inizio a prepararmi, la borsa e i vestiti, sono pronti da ieri sera, li indosso con la pace nell’animo, sono felice di camminare tra le colline Brianzole oggi, questa settimana non mi sono allenata e sono curiosa di sapere se gli allenamenti intensi della scorsa settimana sulle colline liguri, sono serviti a qualcosa.
Arrivo con qualche minuto di anticipo al solito posto, complice il caldo, vengo subito raggiunta, da tutta la combriccola, ci distribuiamo velocemente nelle macchine e partiamo, una piccola sosta a Rovellasca per raccogliere l’amico Giuseppe, vecchia conoscenza di corse con il Presidente e alcuni di noi, che da un po di tempo ha ripreso a corre e sempre più spesso con noi Tartarughe….prossima Tartaruga?
Lasciamolo dire al tempo!
Ritiro tagliandi, caffè, colazioni e foto di rito, fatto!
Giuseppe e Gianni in previsione del fermo estivo, vogliono fare qualche km in più di quelli previsti dal lungo e quindi decidono di fare un giro corto 7 km, più un giro lungo 21 km, c’è chi li accompagna, la nostra  Campionessa, forse per rifarsi del “canzonamento” che Fabrizio (suo figlio) le fa da stamattina.
Il Giovin Tartarugo, continua a dire che se non ci fosse stata la Campionessa, ieri sul Monte Resegone, avrebbero impiegato almeno un’ora in meno… un po di rispetto, è la mamma e poi è la nostra campionessa… le discese sui sentieri stretti di montagna non le piacciono molto, preferisce i saliscendi morbidi di qui, intervallati tra asfalto, boschi, campagne, cascine, prati, si sa.
Maurizio, MariaLaura, Giorgio, Fabrizio, Settimio, Antonio, Davide, prendono per la 21km, le nostre belle maglie colorate, si allontanano trotterellando con un vociare allegro e qualche incoraggiamento a noi camminatori.
Eccoci qui, Io e Carmen, moglie di Maurizio, Tartaruga da qualche mese, lei, è alla sua prima marcia, non sa bene cosa l’aspetta e io mi sento un po’ in dovere di aspettarla…noi prendiamo per la 7km, le chiacchiere, aiutano a confondere la percezione dei passi, ci raggiungono presto, ma ormai, al bivio, quelli della lunga, qualche battuta veloce e un po’ di incitamento per Carmen da parte di Antonietta, che non manca di un pensiero per nessuno, come sempre.
…un paio di km all’arrivo, ci dicono al controllo, imbocchiamo il sentiero e appena dietro l’angolo, si apre un bellissimo paesaggio di quelli che in Brianza è facile trovare, un bel prato verde, il sole alto, le balle del fieno appena raccolte, sono ancora verdi, e noi ai piedi della collinetta, non si vede quello che c’è dopo, insomma “uno strappetto”…
Molti intorno a noi corrono, ma a meno della metà iniziano a camminare, in cima un po’ di ombra, attacco il mio ritmo e senza accorgermi sono  in cima e senza fiatone, le gambe vanno che è una meraviglia e il terreno è morbido sotto i piedi, l’allenamento della scorsa settimana è stato utile, penso a Roberto e lo ringrazio tra me e me,  raggiungo l’ombra e mi volto a vedere se Carmen è dietro di me, sta arrivando ha il fiato grosso… mi incita a non spezzare il ritmo, sono davvero tentata di andare, penso, faccio un’altro giro e poi però mi fermo, per oggi, visti e sentiti i 38° all’ombra  posso accontentarmi della passeggiata fatta fin qui, in Buona compagnia.
Piano piano il gruppo si ricompatta, una bevuta, le docce e di nuovo verso casa.
Oggi la levataccia ha prodotto l’ultima mattina alla TartaManiera, prima della pausa agostana, come la definisce Il Presidente, a tutti i tapascioni arrivederci a Settembre!
laPaldi