Trail del Moscato – Santo Stefano Belbo (CN)

29 settembre 2013 a 8:35
29.09.2013
Trail del Moscato – Santo Stefano Belbo (CN)
Partenza all’alba, direzione Santo Stefano Belbo obbiettivo,  Trail del Moscato, in macchina con Paola Edo e Dani.
Arrivati al paese parcheggiamo e ci mettiamo in coda per il ritiro dei pettorali io e Edo per la 20Km Paola e Dani per la 11 Km eno gastronomica, che visto il brutto tempo è stata sospesa e incorporata alla 11 Km competitiva, con arrabbiature di tutti i partecipanti.
Depositate le borse, cambiati e attrezzati con il super Zaino, dono dell’Anniversario di Nozze, ci dirigiamo alla partenza.
Dopo la punzonatura dei pettorali le Tartarughe son pronte e cariche, il chiacchiericcio di fondo viene sovrastato dall’urlo “Per le Tartarughe HIP HIP HORAY”.
Il mio pensiero va alle Tartarughe della 50Km, son già due ore che stanno correndo, noi ci  incamminiamo, ad incitarci le altre Tartarughe che partiranno per la 11 Km, tra una mezz’oretta, ognuno sul suo percorso, ognuno al suo passo, ma tutti uniti nello spirito delle Tartarughe.
Si parte, il tempo non è dei migliori, il cielo è coperto e minaccia di pioggia, la nebbia aleggia per lunghi tratti del percorso, affascinate anche se copre la vista delle vallate, il terreno è fangoso, ma tiene ancora, tranne quando la pioggia decide di farci compagnia, capita che piova durante una gara, ma come mi disse qualcuno “tanto piove fuori mica dentro… “.
Il gruppo pian piano si sfilaccia ognuno ha la sua andatura e le strettoie nel percorso dividono ulteriormente; il presidente e Carmine sono in fuga, io rimango solo per un po’, ma presto sono raggiunto Alessandra che si adegua al mio passo.
Il saliscendi delle colline, la sua allegra compagnia e il suo entusiasmo, che ti riempie il cuore anche nella corsa, che ti carica di energia positiva, mi aiutano a far scorrere leggeri i km sotto i piedi, dopo aver riagganciato Carmine vediamo in lontananza il Presidente, cerchiamo di prenderlo, ci riusciamo solo all’ultimo ristoro, uno scambio veloce di battute e una minaccia scherzosa di sparagli ai polpacci in caso di nuova fuga, fanno si, che si finiscano in compagnia gli ultimissimi km, arriviamo sotto il traguardo mano nella mano a braccia alzate, quattro Tartarughe all’arrivo è sempre un bel effetto! Ad aspettarci chi della 11 Km è già arrivato.
Trail finito, si attendono gli altri che alla spicciolata arrivano, siamo Tutti finisher tranne la nostra Maria Laura, troppi calabroni le hanno girano intorno…ha dovuto pure fare una capatina al pronto soccorso, dove l’hanno rimessa in forma, per fotuna!
Poi la sorpresa: PRIMI CLASSIFICATI sul primo gradino del podio! (per gruppo più numeroso ma pur sempre gratificante).
Roberto Geroli
Tags: