Trail del Bozz 2014

2 marzo 2014 a 18:56
Vita Sportiva‎ > ‎

https://sites.google.com/a/tartarughedellakirghisia.it/www/vita-sportiva/trail-del-bozz-2014/image.jpg
02.03.2014
Trail del Bozz –  Alzago Seprio (VA)
 

Che dire della prima esperienza ufficiale come Tartarughe della Kirghisia, solo bene. Ad Arsago Seprio domenica mattina anche il tempo èfavorevole, l’ambiente è bello. Alla partenza lo speaker annuncia che i km non saranno più 27 ma 25,a causa delle piogge. Comunque ci sarà da divertirsi lo stesso, troveremo 3 guadi con acqua veramente gelida e fango. Inoltre assieme a noi ci sono oltre alle Tartarughe, due nostre amiche di tapasciate domenicali, Emanuela e Eleonora alle loro prime esperienze di Trail ed Oreste (il mio mentore per le lunghe distanze).

Si parte puntuali e dopo pochi metri Anna è già sparita!!! Decido comunque di fare il mio ritmo e di rimanere assieme a Laura, Fiona,Davide, Massimo e Giovanni fino al primo ristoro. Per fortuna il Trail doveva essere quasi in autogestione, c’era di tutto, un bel the caldo E decido che è il caso di darmi una mossa, raggiungo Roberto e lo trovo un po giù di giri causa una storta.
Più avanti dopo essere passati da un maneggio e fatto una salitina e relativa discesa arriva il primo guado, l’acqua è decisamente gelida e torbida, il personale della protezione mi dice di procedere, ma per me è altezza bidet. Comunque appena passato arriva un altro guado, questo meno profondo, ma subito inizia una salita corta ma ripida e fangosa, per fortuna attrezzata con una corda.

Pochi metri in alto per riprendere fiato, subito una discesa insidiosa ed ecco il terzo guado. Qui la memoria mi porta alla MoMot 2013, gara a coppie di 37km da Monza a Montevecchia dove i guadi sono una quindicina. Finalmente arrivo al secondo ristoro, c’era pure la banda, dove il personale gentilmente mi rammenta che il fango non è finito ma niente rispetto a quello già trovato.
Inoltre si corre lungo un canale, che non si capisce quanto sia artificiale o dovuto alle piogge di questi giorni. Nel frattempo mi gaso un po’ perché riesco a recuperare diversi corridori e corro senza fare tanta fatica. Finalmente finisce lo sterrato e comincia l’asfalto e si sente lo speaker, quindi mi dico è finita, dopo circa un km vedo il gonfiabile e due Tartarughe, Ivano e Gandolfo che stanno aspettando il resto della truppa.
Mi dicono che Anna è già arrivata e sta già facendo la doccia. Mi fermo anch’io un attimo e dopo una fetta di pane e nutella ed una tazza di the decido di andare al ritrovo e tentare di fare una doccia (fredda). La giornata finisce, dopo avere visto arrivare tutte le Tartarughe, e con Oreste, Emanuela ed Eleonora, davanti ad un bel piatto di polenta e gorgonzola ed una sospirata birra.
Gianni
Tags: