Brenda vince la Atene-Sparta-Atene

22 novembre 2016 a 17:55

Pubblichiamo volentieri queste righe scritte da Brenda Guajardo il giorno dopo la strepitosa vittoria alla Atene-Sparta-Atene (495 km)

 

La mattina dopo ASA, e ci si sente come un sogno. Tranne i miei piedi e le caviglie mi ricordano che non era un sogno. Questo era reale. Cosa posso dire? Ho aspettato tutto l’anno per provare e testare me stesso in questa gara. Vorrei prendere un momento per ringraziare #XBionic e #NewtonRunning per il loro sostegno formidabile. Posso onestamente dire che le scarpe e abbigliamento è stato messo alla prova con successo! Un enorme grazie a la mia allenatrice Amanda Strasburger McIntosh. Grazie alla incredibilmente dare e la cura di Andrea Boni Sforza e Christian Desantis che erano la mia squadra per la gara. Senza di loro, questa gara sarebbe stata completamente diversa. E ‘una cosa per essere in grado di correre una gara. Ma per correre una gara di questa distanza e poi finire la gara forte, richiede alle persone di aiutare con tutto il resto. La maggior parte del tempo è stato divertente, ma ho anche avuto momenti di follia e di dubbi. Questo è quando la squadra era il più forte. Erano gli occhi e la mente che non ho avuto, ma quello che mi serviva per continuare. Includo anche la mia Santa Alina Losurdo come parte del team perché era in stretto contatto con noi dall’inizio alla fine e lei mi ha aiutato a essere in grado di condividere questo con tutti mi amici.

Proprio quando penso di aver raggiunto il mio limite, mi sorprendo me stesso e superare quello che penso sia possibile. Questa è una costante lezione a me stesso ogni giorno. Ho finito ASA rompendo il vecchio record di percorrenza di 4 ore e 12 minuti con un nuovo record di 74:35:43, prima assoluta. Wow!

La gara è stata suddivisa in 12 sezioni e durante ogni sezione I dedicò qualcuno, un gruppo o qualcosa che è importante per me. Ogni volta che ho fatto una dedica mi sentivo gratitudine. Questa felicità mi aiutava con la sofferenza ha fatto durante la gara. Di seguito è riportato l’elenco delle dediche. # 10 e # 11 erano le dediche che sono rimaste aperte, e ora posso completare l’12.

I miei 12 dediche per ASA:

1. X-Bionic e Newton Esecuzione
2. Coach Amanda McIntosh
3. Le Tartarughe della Kirghisia
4. Paolo Bucci, Walter Perotti e il gruppo di Parma
5. Mio padre
6. Re Leonida
7. Fisioterapista, Donald Levin
8. Il mio team, Andrea, Christian e Alina
9. La montagna, Artemisias
10. Pensieri privati ​​e che rimangono non scritte
11. Questo è stato supponiamo di dedicato al numero 76, perché ho pensato di terminare entro 76 ore. 76 è un numero speciale perché sono nato nel 1976 e il prossimo mese sono 40! Ma ero in attesa di fare la dedica per garantire ho finito a 76 e, invece, ho finito in 74:35. Eh eh va bene cosi! hahahaha,
12. Per la mia amata Italia <3

Grazie per tutti i messaggi !! L’organizzazione di questa gara è stata incredibile e molto ben eseguito! ASA è stato il mio quarto e ultima gara del 2016. Posso onestamente dire che ho avuto un anno incredibile e indimenticabile delle corse! E ora è il momento di festeggiare e rilassarsi un po ‘. Grazie ancora di cuore! 

 

15156940_10207533787647745_5455550197916944417_o 15073521_10207529707745750_2790819666680503703_n 15107279_10209998862315355_4653262341837847515_n 15123288_10209998863595387_8037468848050576797_o 15193621_10209998865075424_7204411760523989806_n 15078931_10209998864195402_8459143136949362435_n