Trail “Golfo dei Poeti”

8 settembre 2013 a 19:07
08.09.2013
Trail “Golfo dei Poeti” – Porto Venere (SP)

Ciao ragazzi, pensavo fosse la solita passeggiata ed invece ho affrontato il “Buongiorno, il Microonde, il Calvario ed in fine la Golgota.

Domenica 8 settembre ho affrontato il Trail “Golfo dei Poeti”. L’idea di percorrere 45 km non mi ha fatto dormire per una settimana.

Mi spaventava l’idea che Vito mi lasciasse a casa per sempre qualora mi fossi ritirata.

L’ invito a questo trail era: “Uomo Benvenuto in Paradiso” !

Potevo quindi rinunciare ?!?

Il paesaggio meritava di essere ammirato affrontando scale, scalini, scaloni ed ancora scale. Si, perché il percorso da affrontare erano scalinate da salire, quelle create dai pescatori per lo scambio delle merci. Immaginate quindi la composizione di questi scalini uno diverso dall’altro: alti, bassi, corti, lunghi.

Le salite del Trail sono essenzialmente quattro che hanno battezzato con il livello di difficoltà (Calvario cosa vi fa immaginare?).

Acquasanta Campiglia – Buongiorno
Portovenere Campiglia – Microonde
Scalinata di Fossola – Calvario
Riomaggiore – Sentiero 1 – Golgota

E’ il mio secondo trail e penso che ce ne saranno altri nel futuro, perché lì trovo persone che sono contente di arrivare in fondo senza dover guardare il cronometro. In fondo mi emoziono a vedere la natura in tutte le sue forme e sentirmi parte di tutto questo senza “sporcarla.” 

E’ un vortice di emozioni. Corri piano, cammini e ti guardi attorno. Assapori la vetta che stai cercando di raggiungere ancor prima di conquistarla, ti fermi a respirare e guardare alle tue spalle, realizzando che sono state le tue gambe, il tuo fiato corto, il tuo cuore pulsante a portarti sin li.

Siamo tutti protagonisti, gli attori siamo noi e la scenografia è il meraviglioso paesaggio che in questo Trail è stata la Liguria: il mare, il sole, le nuvole che non impedivano ai raggi del sole di riflettere sul mare regalandoci colori, colori e ancora colori.

Quello che ho vissuto è indefinibile. Un attimo è il profumo della natura che ti avvolge, l’attimo dopo è una fastidiosissima pietra che si trova proprio sotto il tuo piede, ma anche questa volta ho provato una carica incredibile arrivando al traguardo (Wow Vito mi porterà ancora!). Una forza pazzesca, pur essendo distrutta, e tutto ciò con quel pizzico di follia che a volte ti porta oltre le tue reali e provate possibilità.”

Grazie uomo!

Un saluto affettuoso a due persone che ho avuto modo di conoscere, Guido e Carmen, che con la loro simpatia ci hanno accompagnato nel week-end, indicandoci anche un’ottima pizzeria napoletana dove abbiamo gustato la pizza pinza, buona buona buona.

Guido con la sua esperienza mi ha trasmesso fiducia e voglia di affrontare le difficoltà, è una guida di saggezza, grazie!

Run when you can, Walk if you have to, Crawl if you must; Just never give up.” – Dean Karnazes
(Corri quando pui, cammina se devi, striscia se serve; ma non mollare mai)

Ragazzi… non resta che iscrivervi per il prossimo anno!
Jessica De Santis
Tags: